Esami di qualifica della Formazione Professionale

A seguito delle sospensioni delle attività didattiche a seguito epidemia da Covid 19 Regione Lombardia ha emandato in data 8.5.2020 delle disposizioni straordinarie per lo svolgimento degli esami di qualifica 2019-2020 con Ordinanza n.5560 – Allegato A. Qui di seguito sono riportate le principali indicazioni

TIPOLOGIA DI ESAME A SEGUITO SITUAZIONE EPIDEMIOLOGICA COVID 19

Tutte le prove scritte, vista l’emergenza sanitaria, quest’anno non avranno luogo. In via straordinaria e in deroga a quanto previsto dalla regolamentazione in essere, nell’annualità 2019/20, l’esame si effettuerà attraverso un’unica prova, consistente in un colloquio volto a verificare la padronanza delle competenze normalmente esaminate nelle tre prove culturale di base, professionale e orale.

Il colloquio si svolgerà in modalità videoconferenza mediante l’utilizzo della piattaforma MEET,secondo le disposizioni emanate in data 20/05/2020 dell’ordinanza n.10112. di Regione Lombardia

Periodo di svolgimento 3- 13 giugno 2020.

Il calendario è visibile qui ma dovrà essere validato dal Presidente della Commissione.

COMMISSIONE

Rimangono confermate le indicazioni relative alla composizione, alle condizioni di validità e alle attività della Commissione, nonché al ruolo e alle funzioni del Presidente, così come da paragrafo 2.4.3 delle “Procedure”. Ciò anche nel caso di esame nella modalità a distanza.

La commissione sarà composta dunque dal PRESIDENTE e da TRE DOCENTI del Consiglio di Classe

PROVA D’ESAME

Periodo di svolgimento dal 3-13 giugno 2020

L’esame si effettuerà attraverso un’unica prova, consistente in un colloquio volto a verificare la padronanza delle competenze normalmente esaminate nelle tre prove culturale di base, professionale e orale.

In sede di riunione preliminare le Commissioni stabiliscono le modalità per assicurare l’accertamento delle competenza previste.

Il colloquio potrà prendere avvio o mantenere quale suo asse di riferimento un prodotto (manufatto/capolavoro; tesina; documento tecnico; ecc.) attinente alle dimensioni professionali del settore e Profilo di riferimento elaborato dall’allievo, fatto pervenire dallo

stesso e documentato anche in forma multimediale. Ciò anche in rapporto al lavoro svolto durante l’anno e alle diverse soluzioni di progettazione formativa adottate dalle Istituzioni.

Gli studenti dovranno pertanto produrre, per il giorno del colloquio un prodotto, un progetto tecnico o una tesina concernente la dimensione professionale con qualche aggancio eventuale alle materie di base.

Il titolo della tesina che potrà essere anche un power point, video o un documento tecnico, andrà comunicato e concordato con i docenti del consiglio di classe, in particolare con i docenti dell’area professionale e di italiano e consegnato per la correzione e visione entro il 23 maggio 2020.

Il punteggio massimo dell’esame è di 100/100 il minimo è di 60/100

Il colloquio orale sarà valutato con un massimo di 70 punti.

La prova d’esame ha una durata indicativa di 50 minuti. Per gli allievi disabili certificati che sostengono l’esame ai fini dell’acquisizione della qualifica/diploma, la prova è altresì svolta sottoforma di colloquio: non sono pertanto previste le prove equipollenti

 

Le prove individualizzate per il rilascio dell’attestato di competenza dovranno essere erogate sottoforma di colloquio.

Per gli studenti DSA o BES certificati la strutturazione del colloquio dovrà tenere conto delle specificità del processo di apprendimento di tali allievi e delle eventuali difficoltà correlate alla fruizione a distanza dei contenuti formativi e alla mancanza di momenti di didattica in presenza.

AMMISSIONE

L’ammissione è correlata   ad un  complessivo raggiungimento del livello minimo degli OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO REGIONALI determinata in un credito formativo (dai 18 a 30 punti) .

Per essere ammessi occorre raggiungere un credito minimo di 18 punti.